top of page

Il vecchio giochino della sinistra

Utilizzato per anni, ora comincia a non funzionare più: come la favola di "Al lupo, al lupo"...


Diventata ormai stucchevole la manfrina della sinistra che quando non governa diviene allergica alla democrazia e usa tutti i mezzi, anche quelli poco corretti, a volte poco legali, spesso del tutto al di fuori della legge, per abbattere il nemico.


Negli anni passati ha funzionato sempre, anche perché il popolino, messo alle strette, si lasciava convincere dalle variegate manovre messe in atto e cedeva al grido "Dagli al fascista", permettendo alla sinistra, ad esempio, di governare dieci anni senza aver mai vinto le elezioni.

Pazzesco.

Se ora ripensiamo a carte ferme a quei tempi, queste cose mettono paura.

Ma per assurdo, proprio quei dieci anni, sono stati la tomba della sinistra, perché il Sistema, per l'ennesima volta è stato piegato al volere dell'Establishment sinistro, per rifuggire il pericolo fascista e, come sempre accaduto nella storia del mondo, ha fallito, ha fatto i danni con la pala, ha affossato il Paese in cambio di un buffetto sulla testa da parte di chi comanda in Europa e di un paio di poltrone, a patto che rispettassero gli ordini.

Si può dire che la gente, il popolo, sia stato costretto a votare a destra a forza di balle, fallimenti e bugie e che per sfinimento ha scelto qualcun altro.


Ma sfortuna (per la sinistra...) ha voluto che nell'esatto momento in cui ciò si è verificato la destra avesse da offrire una certa Giorgia Meloni.

Ciò ha permesso, per la prima volta in questo paese, che il solito Ribaltone antidemocratico stavolta non abbia funzionato e che l'evidenza, la realtà siano apparse chiare, chiarissime agli italiani.


In altre parole, gli italiani, ancora una volta tempestati da appelli a difesa della democrazia, contro il pericolo fascista, ecc. ecc. non ci sono cascati e visti il piglio, la competenza, il successo riscossi dalla Meloni nel mondo, abbiano scelto e ogni giorno continuano a farlo, di dare fiducia a '"sti fascisti antidemocratici, violenti, cattivi" che invece si stanno dimostrando ogni giorno più bravi, più onesti, più capaci dei geni sinistri autoproclamatisi "gli unici in grado di saper governare".


E proprio questo frangente, questo momento storico ci permette di dare un occhiata alla situazione con occhio distaccato e sereno, cosa che molti italiani hanno fatto e stanno facendo, per rendersi conto di quante bugie, di quanto odio, di quante illegalità la sinistra si è servita e si serve per abbattere il nemico.


Vediamo, dunque.

L'Italia sarebbe affondata, nei mercati d'Europa e nel mondo, per l'incapacità della destra.

Balla.

L'Italia ha raggiunto livelli mai raggiunti prima, lo spread, sempre usato come uno spauracchio, al di sotto dei minimi storici, titoli pubblici piazzati all'estero con richieste dieci volte superiori alla disponibilità, disoccupazione minima, PIL in crescita.


L'Italia sarebbe diventata una dittatura, priva di ogni libertà.

Balla.

Non è cambiato nulla. Attori, cantanti, imbonitori, nani e ballerine sinistri avevano minacciato l'espatrio se avesse vinto la destra (ah, complimenti per la democraticità...). Stanno ancora tutti in Italia, continuano a lavorare e a vivere liberi, sereni, fanno e dicono ciò che vogliono. Così come il popolo. La destra fa parte dell'arco costituzionale e non può andar bene solo quando perde. La si deve accettare anche quando vince.


Addio libertà di stampa.

Balla.

La libertà di stampa, quella vera, manca da tempo. I giornali sinistri continuano a fare il loro lavoro (certo, con meno copie vendute, ma solo perché la gente ormai li conosce), le televisioni sinistre lavorano alla grande (la7, canale 9, ecc.) e in RAI, che ricordiamo è servizio pubblico, continuano a fare programmi uomini della sinistra, senza dimenticare che hanno addirittura un canale tutto loro (una porcata talmente grande da passare inosservata), RAI 3, pagata dagli italiani, ma nelle mani prima al PCI, poi PDS, ora PD.


E molto altro ci sarebbe da dire, ma ci vorrebbero giorni e giorni.


Concludiamo con la seconda fase delle manovre sinistre, dal momento che "Al lupo, al lupo" non ha funzionato: il Martirio.

Sì, il martirio ma non quello vero, un po' come i Martiri di Cordoba (fenomeno storico medievale avvenuto in Spagna, approfondite...), quando cristiani fanatici, nonostante fossero trattati più che bene e rispettati dai governanti arabi di Cordoba, vollero lo stesso morire per passare da martiri e per mostrare la cattiveria dei musulmani, che in quel frangente non esisteva.


Cominciamo dai molti giornalisti o uomini di spettacolo che hanno lasciato la RAI non perché cacciati, approdati su altre spiagge milionarie e che però gridano "al lupo, al lupo" tradotto in questo caso con "telemeloni, telemeloni", quando non solo non è cambiato nulla ma nascono nuovi programmi gestiti da giornalisti e personaggi di sinistra, in una Televisione pubblica ancora in mani loro.


Ma non basta. I sinistri stanno alzando il tiro. Non solo ricorrono ai soliti "amici magistrati" (ci preoccupavamo che ancora non avessero toccato Vannacci...).

Ora, sempre ricordando i martiri di Cordoba, che fanno? Manifestano (specie i poveri e inermi studenti), provocano tumulti e quando la Polizia interviene (come ha sempre fatto a prescindere dal colore del governo) diventa "Pericolo Fascista".

Loro invece possono impedire presentazioni di libri, eventi organizzati dalla destra, possono occupare anzi, okkupare ciò che vogliono e così via...


E se la imbarazzante, improponibile, incompetente Schlein, continua a prendere sberle inanellando figure di M, una sull'altra, fa specie sentire vecchi politici come Bersani che ricorrono allo stesso sistema, fregandosene di democrazia, lealtà, onestà.


Ma, e chiudiamo, il giochino non funziona più. La gente li ha capiti e a parte qualche nostalgico, non ci casca più.

Piaccia o meno l'Italia sta navigando a gonfie vele, riscuote riconoscimenti su riconoscimenti (ultimo la CNN che ha definito la Meloni "la nuova Merkel"), cresce economicamente e uno alla volta risolverà i problemi, diciamolo una volta per tutte, creati e ingigantiti dalla sinistra sia per incapacità che per tornaconto, tanto bastava gridare "al lupo al lupo" e automaticamente la colpa diventava degli altri.


In dieci anni hanno solo fatto danni e miserie e ora detengono la soluzione di ogni problema...


Vi meritate la Schlein.



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page