TOLFA, ALLA SCOPERTA DEL TERRITORIO

Domenica 10 ottobre 2021 a Tolfa, alla presenza delle istituzioni e di numerosi cavalieri, in rappresentanza delle tante associazioni legate al cavallo, è stata ufficialmente inaugurata la Strada del Pisciarello. Un antico percorso, ricco di storia, che è stato bonificato per renderlo nuovamente fruibile a piedi, in bicicletta e a cavallo. Riscoprire i percorsi, ridando vita alle strade che appartengono al vissuto della comunità, è stato il pensiero che ha portato alla realizzazione del progetto che ha reso nuovamente transitabile la Strada del Pisciarello. Tolfa, da sempre attenta alle proprie radici, mantiene vivo il desiderio di rinnovare i sentieri e le antiche strade che attraversano il suo territorio. Significativi e ricchi di storia, seppur dismessi, rappresentano importanti punti di riferimento per la cittadina collinare, che non vuole dimenticare il suo prezioso passato. La strada del Pisciarello, grazie all’idea messa in campo dall’Associazione Cavallo Tolfetano, nella figura del presidente Carlo Dini, e appoggiata dal Comune per dare continuità al progetto di Tolfa Città del Cavallo, ha trovato una risposta positiva anche da parte dell’Università Agraria e l’idea si è trasformata in un impegno concreto. La CARICIV, Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, ne ha riconosciuto la valenza supportando economicamente i lavori necessari per ripristinare la Strada del Pisciarello. Il 9 ottobre presso il salotto letterario, ospitato nel parco comunale di Tolfa, si è tenuta la presentazione del progetto, alla presenza di tutte le figure che si sono adoperate per la sua realizzazione. Presente anche il sindaco uscente, Luigi Landi, sotto la cui amministrazione era partita l’iniziativa e che ha passato il testimone al sindaco entrante, Stefania Bentivoglio. Preziosi gli interventi di Giulio Onori, vice presidente dell’associazione Cavallo Tolfetano, nel ripercorrere i passi del lavoro svolto, di Giovanni Padroni, memoria storica di Tolfa, che ha raccontato le origini della strada del Pisciarello, di Flavio Morreale, che ha seguito il progetto affrontandone e superandone le criticità, tra sopralluoghi e impegni burocratici, ed infine Mariangela D’Amora, che ha coordinato tutto il lavoro raccordandosi tra le diverse realtà e agendo con grande passione perché la Strada del Pisciarello riprendesse nuova vita. Riscoprire il territorio, attraverso i suoi sentieri e le sue strade, significa riappropriarsi delle proprie radici perché la loro storia dia forza alla crescita della cultura di tutta la comunità.


137 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Ottica Giangiuliani LOGO2_bianco.png
Wind3.webp