TARI abbattuta del 2,50

Altro traguardo raggiunto dall'Amministrazione Grando


Riceviamo e pubblichiamo

“Questo risultato è il frutto di un lavoro che coinvolge tutti – ha affermato il sindaco Alessandro Grando – amministrazione comunale, ditta appaltatrice e soprattutto i cittadini che effettuano la raccolta differenziata.


Nel 2020 abbiamo toccato la cifra record del 72,01% di rifiuti differenziati, ma possiamo fare ancora meglio. Fondamentale nella riduzione della tassa è stata la nuova impostazione dell’appalto del servizio di #igiene #urbana in base al quale i proventi della vendita delle frazioni valorizzabili (metalli, plastica, vetro, carta ecc.) vengono incassati dal Comune e non dalla ditta appaltatrice come avveniva in passato.

Nel 2020 abbiamo incassato circa 425.000 euro, una cifra importante, in linea con le previsioni iniziali e che, nel 2021, contiamo addirittura di superare”. “Ricordo ai cittadini di Ladispoli – ha proseguito Grando – che differenziare nel miglior modo possibile, oltre a tutelare l’ambiente, ci permette di pagare meno la tassa sui rifiuti.

Già nel 2019 avevamo provveduto ad avviare la riduzione della Tari del 4,5%, ma non era che l’inizio dei provvedimenti che hanno riguardato il settore dell’igiene urbana. Colgo l’occasione per ringraziare la società Tekneko, che da un anno ha indubbiamente ottimizzato il servizio a Ladispoli instaurando un proficuo rapporto di collaborazione con i cittadini, e l’Ufficio Igiene Ambiente del Comune di Ladispoli guidato dall’ingegner Paolo Pravato, per il costante impegno profuso che ci ha consentito di raggiungere questo importante risultato”.

“Ridurre la tassa sui rifiuti – ha concluso il sindaco Grando – era uno dei punti fermi del nostro programma elettorale riuscire a farlo in questo momento di forte crisi economica a causa dell’emergenza sanitaria acquisisce un valore aggiunto”.

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Ottica Giangiuliani LOGO2_bianco.png
Wind3.webp