top of page

Ma Ladispoli merita davvero Bonolis?

Si terrà presso la nostra città il casting del programma più sguaiato della storia della Tv


Ci mancava il re del cattivo gusto, Paolo Bonolis e poi a Ladispoli non manca più niente...


Gironzolando sotto il sole ancora canticchiamo Ladispo Paradise, de Le Coliche che prende per i fondelli noi e la nostra città (non tutti hanno colto il passaggio in cui si cita "Marisol" con tanto di voce di Verdone in sottofondo, così, tanto per ricordare la regina di tutte le prese per il c...), come tanti altri che, da sempre, usano Ladispoli come paradigma del cattivo gusto e del poco chic (iniziatore di questo "Popolo" fu il buon Maurizio Costanzo...).


A coronamento di questo processo di beatificazione della nostra città (beata perché secondo il detto è "beato chi non capisce un c...) ecco che non poteva mancare il re di tutti i programmi trash, ancor più di quelli della D'urso e della De Filippi, uno scempio talmente inguardabile da preferire il monoscopio anche per ore.


Lo "show", targato Mediaset è alla ricerca di nuovi talenti da sperculare in TV, carne da macello per la "belva" Bonolis, che come un novello gladiatore senza pietà, attende nell'arena i cristiani da sacrificare come martiri (martiri perché a loro sta bene... cosa si fa oggi per apparire!) e fa tappa qui a Ladispoli per reclutare qualche microcefalo da impalare e, ci scommettiamo, ci saranno file mostruose.


E qui riproponiamo il titolo: Ma Ladispoli si merita davvero Bonolis?

Noi crediamo di aver risposto, e voi?



94 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Kommentare


bottom of page