top of page

La partita è anche fuori dal campo

Se la Juve è troppo debole, dicono i tifosi della Juve, combattiamo noi


Prendendo spunto dai motti dei nostri saggi antenati latini, vediamo perché la clamorosa ingiustizia perpetrata ai danni della Juventus, sta destando le ormai assopite coscienze degli juventini che, tra le varie iniziative, ne hanno scelta una in particolare a nostro parere validissima: disdire ogni abbonamento alle partite di calcio, quindi mollare Sky e DAZN.

Perché fare ciò?

Perché gli juventini sono di gran lunga la tifoseria più numerosa d'Italia, da sempre, con un margine di vantaggio enorme e secondo gli accordi presi tra FIGC, Lega Calcio e Televisioni, una percentuale degli incassi degli abbonamenti alla Pay TV, viene data alla Lega Calcio che la ripartisce in parti uguali a tutte le squadre di serie A.

Quindi, la maggior parte dei soldi alle Pay TV la danno gli juventini ma a fruirne in partii uguali sono tutte le squadre.


Quindi dicono i tifosi, nel momento in cui ci si accorge che la serie A è una truffa, mossa intelligente è quella di disdire gli abbonamenti (tanto non ti fanno vincere sul campo...) e sottrarre al "movimento Calcio" oltre 100 milioni l'anno.

Se la società Juve latita, dicono ancora i tifosi, colpiamoli noi i "giudici tifosi", la Federazione con la sciarpa al collo (di quali colori potete immaginare, avete 3-4 possibilità), i Presidenti corrotti che puntano il dito, eccetera.

Vedremo gli sviluppi, intanto godiamoci i motti latini con una fantasiosa traduzione a margine.


Vivere est militare – La vita è una guerra.

E allora si combatta! È un illuso chi pensa che il campo di "battaglia" sia solo quello d'erba, con le porte e le bandierine. La Juve più di tutti dovrebbe saperlo, vittima della truffa del secolo "Farsopoli".

Non è in grado di farlo la Società? Lo facciano i tifosi, l'importante è che lo facciano senza violenza.

Disdire tutti gli abbonamenti (perché vedere partite che verranno poi annullate da giudici tifosi?) alle PAY TV!

Poi si vedrà...


Ubi maior minor cessat - dove (vi sia) un maggiore, il minore si sottomette

La necessità di difendere la Juve è superiore al piacere di vederne le partite (che contano niente, tanto poi ti penalizzano...)


Ad maiora semper - verso cose più grandi

Saper scegliere di sacrificarsi oggi per grandi imprese domani. La Juve è sempre risorta, persino dopo la porcata del secolo, chiamata Calciopoli, avverrà lo stesso, ma ora è il tempo di sacrificare il "minor"...


Ad impossibilia nemo tenetur - Nessuno è tenuto a fare l'impossibile

Gli juventini sì! Sfatino questo detto e riportino il Calcio nelle sue giuste dimensioni, senza i disegni criminosi orditi fino a oggi, da "Presidenti corrotti" che si atteggiano a giustizieri.


Hodie mihi, cras tibi – Oggi sono io, domani sarai tu.

Bellissma frase che non vale per tutti però. La Juve è la più amata ma anche la più odiata d'Italia. È quella che smuove i soldi veri con i suoi tifosi, è quella DA COLPIRE e nessun'altra mai sarà così tartassata, perché di Juve ce n'è una sola.


Historia vitae magistra – La storia è una maestra di vita

Gli juventini hanno passato la Truffa del secolo, Calciopoli, ma i dirigenti e la proprietà non hanno imparato nulla... male!


Quis custodiet ipsos custodes? – Chi controllerà i controllori?

Negli ultimi anni abbiamo visto altre squadre commettere gli stessi crimini dei quali era stata accusata la Juve, abbiamo visto fare anche peggio, abbiamo sentito dire ad molti addetti ai lavori che le plusvalenze le fanno tutti, eppure, come per Calciopoli o l'altra truffa del doping, la Procura che si muove è sempre e solo quella di Torino e la squadra punita è sempre e solo la Juve. Quindi: chi controlla i controllori?


Meditate gente, meditate.



5 visualizzazioni0 commenti
bottom of page