La maggioranza risponde ai 5 Stelle

Ecco il Comunicato Stampa


“La sindrome del grillino ladispolano: impotenza da incompetenza. E’ ciò che appare dal nervosismo scomposto che in questi giorni anima i grillini nostrani.

Rimasti da poco orfani del consigliere Pizzuti, loro candidato sindaco alle ultime elezioni comunali, dopo oltre tre anni di nulla assoluto, riappaiono improvvisamente lanciando comunicati livorosi nei confronti del Sindaco e della sua famiglia. E lo fanno prendendo spunto e manipolando le dichiarazioni di un consigliere di maggioranza che certo non ha mai brillato per sagacia e tempismo politico.

Se l’opposizione che sanno fare è soltanto questa dobbiamo prendere atto che è ben poca cosa rispetto alle roboanti promesse fatte ai loro elettori ad inizio mandato. Tranne qualche mozione, malamente scopiazzata da quelle che il Movimento fa girare a livello nazionale, in tre anni non si sono registrati segni di politica intelligente da parte dei grillini ladispolani.

Evanescenti alle commissioni, privi di qualsiasi capacità propositiva, li abbiamo sentiti parlare solo con toni giustizialisti, alla ricerca di imputati da condannare per ciò che a loro è apparso frutto di malgoverno. Ma in assenza di capacità, conoscenze e metodo anche qui non sono stati in grado di concretizzare nulla da poter offrire ai loro adepti sull’ara sacrificale del loro finto perbenismo.

Incompetenti e dunque impotenti, proprio come al governo del Paese dove, pur essendo al comando, non sono stati in grado di individuare e far condannare un solo responsabile dei tanti episodi di malgoverno che denunciavano. Al contrario, da duri e puri come si dichiaravano, non hanno avuto scrupoli ad associarsi a chiunque gli consentisse speculativamente di proseguire in quella che probabilmente sarà la loro unica esperienza di governo.

Dilaniati da conflitti interni e con una popolarità scesa ai minimi, da quando gli italiani hanno scoperto la loro cronica incapacità ad amministrare, tentano ora la via dell’attacco personale forse nella speranza che non appaia la guerra che si combattono internamente a tutti i livelli.

Senza dover fare riferimento al sanguinoso scontro che si consuma in queste ore tra le diverse anime del Movimento a livello nazionale, ci basta rimanere a livello locale ricordando uno degli ultimi consigli comunali in cui i consiglieri 5S si sono prima azzuffati e poi divisi proprio sul voto di un regolamento presentato da loro stessi.

Non sappiamo se siano ancora in tempo per recuperare credibilità presso il loro elettorato ma esibire in questo modo scomposto la loro frustrazione da incompetenza di certo non gli è certo d’aiuto”.

Movimento Civico Cuori Ladispolani Lega Salvini Premier Movimento Civico Noi di Ladispoli Fratelli d’Italia, cons. Marongiu e Marchetti

26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Look 1.webp
Wind3.webp