Il punto sul Campionato di A

La serie A si riaccende



Mercoledì mattina in pochi avrebbero potuto prevedere i risultati del turno infrasettimanale che ha, di fatto, riaperto del tutto il campionato, per il quale rimangono in lizza certamente Milan e Inter, ma le stesse si ritrovano distanti un’incollatura Roma e Juve e poco più giù le scalpitanti Atalanta e Lazio.

Discorso a parte meritano la meteora Sassuolo e la delusione Napoli.


Partiamo dal vertice: il Milan ha perso con la Juventus pur non demeritando e ciò equivale a una dimostrazione di forza anche considerando la decimazione della rosa dei rossoneri.

L’Inter è caduta a Marassi con la Samp e forse, di tutte le big, è quella che ha preso il ceffone più forte, rivelando una dipendenza da Lukaku che fa preoccupare e rende l’intero ambiente timoroso che il giocattolo si rompa da un momento all’altro, dal momento che con Conte le puoi vincer tutte ma c’è la stessa possibilità che se ne vada in malo modo fra una settimana.

Forse l’Inter ha trovato uno più pazzo di lei.


La Roma ha carattere e spessore tecnico ma ha un solo grande problema: non sempre crede nei propri mezzi e quando ciò si verifica perde punti con chiunque.

È anche vero che la rosa è buona ma non lunghissima, ma ciò che conta è la convinzione di poter vincere lo scudetto e se i giallorossi la acquisiranno a fine stagione li ritroveremo lassù a giocarsela con gli altri.


Poi c’è la Juve, una squadra che di convinzione ne ha fin troppa, così come di giocatori e di talento, rimanendo potenzialmente la più forte del lotto, peccato che non abbia centrocampo. Se non fosse sbucato dal cilindro quel McKennie, ora i bianconeri si ritroverebbero nella parte destra della classifica. Vedremo cosa tireranno fuori dal cilindro Paratici e Nedved da questo calciomercato invernale.

Infine Atalanta e Lazio. Forti, fortissime ma più del secondo posto non potranno arrivare, vale a dire sono temibili ma non hanno quel quid in più per spuntarla sulle altre.

I veri conti si faranno con la ripresa delle Coppe europee, e lì si parrà il vero valore delle nostre squadre. Se Juve e Milan andranno avanti in Europa, le altre avranno un discreto vantaggio, se verranno eliminate il campionato diverrà meraviglioso.


Nel fine settimana si rigioca, covid permettendo.

Da anni non si assisteva ad un così folto gruppo di pretendenti, ma attenti a non svegliare l’orso-Juve, che finché dorme è superabile.

Nessun pronostico azzardato, è statistica.


Lo Sportivo


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Ottica Giangiuliani LOGO2_bianco.png
Wind3.webp