Altra giornata dell'udito. Perché non dire che è a cura di un'azienda privata di Roma?

Aggiornamento: 4 ott

Nel comunicato si parla di successo però non si precisa che è a cura di una società privata che propone l'acquisto di un apparecchio


Questo il comunicato diffuso dall'Amministrazione: "Un grande successo, con una partecipazione di cittadini massiccia, a conferma di quanto i disturbi uditivi costituiscano un serio problema medico e sociale. L'iniziativa sostenuta dall'amministrazione comunale di Ladispoli ha ribadito come la prevenzione sia l'unico strumento che abbiamo a disposizione per prevenire patologie che inficiano la qualità della vita".

Con queste parole l'assessore alla sanità Dora Lazzarotto ha commentato l'esito della giornata di prevenzione dei disturbi dell'apparato uditivo che si è svolta in piazza Rossellini in concomitanza con la Festa dei Nonni.

"Le prenotazioni per le visite – prosegue l'assessore Lazzarotto – si sono esaurite in poche ore, la possibilità, aperta a tutte le fasce di età, di effettuate gratuitamente visite audiologiche e un'indagine medica che aveva l'obiettivo di controllare la struttura dell'orecchio e verificarne la corretta funzionalità hanno visto una grande partecipazione. Alla luce del successo ottenuto, l'amministrazione comunale ha organizzato per domenica 6 novembre un'altra giornata di visite gratuite

presso il chiosco della Pro Loco in piazza Rossellini". Per usufruire del servizio è obbligatoria la prenotazione, chiamando i numeri 3313723997 e 067811112".


Tutto apprezzabile e legale, ma qualcuno che ha fatto la visita, ci ha riferito che avrebbe gradito sapere che il tutto è gestito da una azienda di Roma (neanche di Ladispoli...) che a chi ne ha bisogno propone l'acquisto di un apparecchio da acquistare a Roma.




15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti