FLAVIA ACQUE: 20 ANNI DI RESISTENZA E FINE DI UN ESEMPIO DI SERVIZIO PUBBLICO CHE FUNZIONA(VA)

Ci scrive il già Consigliere Comunale Giuseppe Loddo.


Entro settembre 2022 il Consiglio Comunale di Ladispoli formalizzerà il passaggio del servizio idrico integrato, oggi gestito dalla Flavia Servizi srl, ad ACEA-ATO2.


In questi 20 anni tutte le Amministrazioni a partire dal sindaco Perilli, a seguire Ciogli, poi Paliotta ed in ultimo Grando hanno contrastato la cessione del servizio ad Acea, sia attraverso ricorsi di natura legale che facendo pressione sulle istituzioni politiche.


Purtroppo persi i ricorsi legali e lasciati soli dalla politica sovracomunale, di ogni colore e credo, l’esperienza dell’acqua pubblica di Ladispoli finisce qui. E’ stato un lungo viaggio, non sempre facile, ma che ha consentito di fornire ai cittadini di Ladispoli l’acqua, manutenere fogne, impianti di sollevamento e la depurazione ad un costo nettamente inferiore rispetto a quelli praticati da Acea, con servizi di qualità e tempi di intervento su guasti sulla rete idrica e fognaria sicuramente più brevi.


Alla convenienza economica occorre aggiungere anche la questione politica, certamente non meno rilevante, ovvero il fatto che la gestione dell’acqua di Ladispoli fosse interamente pubblica, gestita da una società la Flavia Acque srl, divenuta in seguito Flavia Servizi srl dove l’unico socio era il Comune di Ladispoli in linea con la volontà popolare determinata con il referendum del 2011 sull’acqua pubblica. Referendum che è stato largamente disatteso in primis dal governo e poi dalle Regioni.


Alla luce delle esperienze dei comuni già gestiti da Acea-Ato2 è facile immaginare cosa accadrà ora. Sicuramente ci sarà un aumento dei prezzi dell’acqua e dei servizi collegati, e molto probabilmente non avremo più un ufficio in città dove fare le pratiche amministrative come volture, cessazioni e nuovi allacci. In sintesi maggiori costi e minori servizi.


Per limitare i danni quello che resta da fare all’Amministrazione, alle forze politiche e ai cittadini, sarà il puntuale e capillare controllo della gestione Acea-Ato2 con particolare riferimento al rispetto del contratto di servizio che l’azienda subentrante applicherà nel Comune di Ladispoli.


E’ questa l’occasione per ringraziare pubblicamente gli amministratori e i dipendenti, di Flavia Servizi, sia quelli ancora in attività (che passeranno alle dipendenze di Acea) che quelli in pensione, per il lavoro svolto in questi lunghi anni e per l’impegno mostrato che è sempre andato oltre ai doveri del ruolo.


Una menzione di merito va al Sindaco Gino Ciogli che con lungimiranza e visione fuori dal comune, nei primi anni del 2000, si adoperò per la creazione della Flavia Acque apportando un valore aggiunto alla nostra città ed un beneficio per tutti i cittadini.


Ladispoli 15 settembre 2022


Giuseppe Loddo




16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti