top of page

Arrestato il boss superlatitante Matteo Messina Denaro, ricercato da 30 anni.

Era in una clinica privata di Palermo.


Il boss mafioso è stato arrestato mentre era in day hospital alla clinica Maddalena di Palermo «per sottoporsi a delle terapie cliniche».


È stato arrestato dai carabinieri del Ros, dopo 30 anni di latitanza, Matteo Messina Denaro mentre era in day hospital alla clinica Maddalena di Palermo. Mafioso di famiglia (il padre, «don Ciccio» fu capo della mafia trapanese), è stato artefice del cambio di marcia di Cosa Nostra strappandola al vecchio stampo feudale, per inserirla nel mondo delle imprese. Il boss superlatitante, noto anche con i soprannomi “U siccu” e “Diabolik”, legato a Cosa nostra, è considerato tra i latitanti più pericolosi e ricercati al mondo.



Oggi la cattura, che ha messo fine alla sua fuga decennale. Una latitanza record come quella dei suoi fedeli alleati Totò Riina, sfuggito alle manette per 23 anni, e Bernando Provenzano, riuscito a evitare la galera per 38 anni.


Grande vittoria dello Stato e del Popolo Italiano. La Mafia deve scomparire.

4 visualizzazioni0 commenti
bottom of page